Translate

giovedì 29 settembre 2016

Peccati d'inverno di Lisa Kleypas

Il terzo libro della saga delle zitelle è dedicato alla più timida delle quattro amiche.



Evie Jenner ha ben poche possibilità di trovare marito, ma la sua situazione personale è diventata così drammatica, che è disposta a sposare chiunque gli capiti a tiro, pur di mettere distanza tra lei e la sua famiglia materna.




Dunque, poco importa, se Sebastian St Vincent ha rapito la sua amica Lillian, mandando su tutte le furie il nobile e potente Westcliff, perché ha una proposta da fargli, che molto difficilmente potrà rifiutare.
In cambio della sua mano entrarà in possesso del consistente patrimonio della sposa, estinguendo i suoi debiti, continuando la comoda vita a cui è abituato.



Sebastian accetta, ma chiarisce che il loro matrimonio dovrà essere consumato, per scongiurare annullamenti. Evie è disposta a concedersi, ma lui, prima, dovrà dimostrerle di essere fedele.




Un'impresa di non poco conto per il Visconte, abituato a passare da un'avventura all'altra,  ma la vicinanza della moglie, il suo carattere mite e la sua straordinaria bellezza,  nascosta sotto strati di pudore, fanno lentamente breccia nel cuore del cinico libertino.



Con Peccati d'inverno, la Kleypas ci regala uno dei suoi personaggi maschili più celebri, descrivendoci un bellissmo mascalzone, cinico e scanzonato, che contro ogni previsione, si innamora perdutamente dell'ultima donna che avrebbe mai immaginato di poter amare.




Diversamente da quello che si potrebbe pensare, però, Peccati d'inverno non è  soltanto una storia d'amore tra un uomo e una donna. Un posto importante spetta anche all'amore filiale che lega Evie ad un padre molto discusso, proprietario di una importante casa da gioco e alla crescita e alla maturazione di un personaggio come Sebastian Vincent, che da indolente libertino scopre il piacere di dedicarsi ad un'attività tutta sua, portando a nuovo splendore quella che un tempo era stata un'esercizio commerciale fiorente.




Naturalmente, tornando alla storia d'amore tra Evie e Sebastian, non sarà facile lottare contro le pretese dei parenti di Evie, interessati a mettere le mani sul patrimonio familiare, così come non sarà semplice convincere Lillian e Westcliff che Sebastian non ha sposato la povera Evie contro la sua volontà.



Ma a volte una bella scazzottata è salutare, perché rimescolando le carte si creano nuovi equilibri.



Un romanzo ben riuscito, che coniuga passione, romanticismo, ambizione e amore.
Assolutamente da non perdere, anche per coloro che amano il personaggio di Cam Rohan, protagonista del primo volume della serie Hathaway, Fino a Mezzanotte.
Qui potrà raccogliere altri indizi su quest'altro personaggio felice, nato dall'instancabile penna di Lisa Kleypas.

mercoledì 28 settembre 2016

Sposa del mattino di Lisa Kleypas

Continuano le avventure della famiglia Hathaway con la storia d'amore più combattuta e divertente del clun, quella tra Leo e la signorina Marks.


Leo è l'unico figlio maschio della famiglia e la Kleypas segue la sua evoluzione personale dal primo volume della serie (Fino a Mezzanotte), regalandogli una storia tutta sua, con il quarto libro.
In tutto questo tempo, però, lo conosciamo prima come un erede annientato dal dolore per la perdita della sua Laura e poi piano piano lo vediamo diventare un personaggio di spessore, sempre più consapevole del suo ruolo all'interno della famiglia. Il tutto con una buona dose di ironia.


Sarebbe stato un vero peccato se Leo fosse riuscito in uno dei suoi tentativi di suicidio, per mettere a tacere il dolore che lo attanagliava, perchè tra tutti i protagonisti della serie è quello più simpatico; dotato di un'intelligenza ironica e spigliata, che tiene desto il lettore e lascia intuire interessanti risvolti.
Come esilarante è il rapporto con la rigida e formale Catherine Marks, dama di compagnia delle sorelle Hathaway, che farà di tutto per tenerlo lontano.


Tra scontri, battibecchi e dialoghi al vetriolo, finiranno per innamorarsi e dirselo non sarà affatto semplice, perchè apparentemente si odiano!



Troppo rigida lei, troppo dissoluto lui, ma si sa al cuore non si comanda e quando il libertino Leo, con alle spalle un'infinità di eccessi, scopre che la governante ha un segreto, non lo fermerà più nessuno.
Partirà all'inseguimento della povera Catherine che fa di tutto per nascondere la sua avvenenza, lottando contro la passione che quell'uomo suscita in lei.


E quando Leo scopre la verità potrebbe divertirsi a prenderla in giro fino allo sfinimento, ma il suo cuore è oramai così preso da lei, che la vendetta non ha più spazio.
Il suo scopo è salvarla da quelle ombre che emergono dal passato e rischiano di rovinarle non solo il presenta, ma anche il futuro.


Come risolvere? Per fortuna non sarà solo. Al fianco c'è anche Harry Ruthlage, il fratello di Catherine, che grazie a Poppy, anche lei Hathaway, per chi non avesse letto Al calar della sera, si è riavvicinato a quella sorella tenuta nascosta per tanto tempo.
Insieme riusciranno a porre fine ai ricatti e alle minacce che imponevano alla bella Catherine di vivere nell'ombra.
Storia godibilissima. Scritta bene. Divertente e romantica insieme. Lisa Kleypas è una garanzia e non fallisce nemmeno questa volta, regalandoci una coppia completamente diversa dalle altre, dotata di un proprio fascino.
I contrasti hanno sempre un forza di attrazione che seduce e Catherine e Leo sono il sole e la luna, destinati a non incontrarsi mai, se non fosse per quel folle di Amore, che mette lo zampino in tutte le cose, deliziando il lettore e consacrando una già amatissima autrice.

domenica 25 settembre 2016

Ostaggio d'amore di Susan Johnson


Spesso, quando si hanno grandi aspettative su di un libro, si rischia di rimanere delusi ed è quello che mi è successo un po' con questo romanzo, OSTAGGIO D'AMORE, di cui avevo letto grandi cose e che per trama mi aveva decisamente incuriosito. Non ero riuscita a trovarlo e mi ero in qualche modo accontentata di TABU' della stessa autrice, che non mi era sembrato male.



Grazie ad un'amica che si è attivata subito quando le ho espresso questa mia curiosità, sono riuscita a procurarmi quel OSTAGGIO D'AMORE che ormai è da un po' fuori mercato (tranne in quelli dell'usato) e mi sono gettata nella lettura con entusiasmo, anche se era da un po' che non leggevo libri in lingua originale e ci ho impiegato qualche giorno in più rispetto ad un libro in italiano.



Ero piena di grandi aspettative perché adoro la Scozia, mi mancavano protagonisti che nel loro intercalare inserivano "aye", parlavano di Sassenach e del nemico inglese e solo tutti i fans della Gabaldon possono capire questo mio farneticare. In definitiva ero decisa a farmi piacere questo romanzo, che poi alla fine tanto male non è, forse il nostro Laird Johnnie Carre è anche più simpatico di Andre Duras di TABU', sicuramente più fedele nel suo amore, ma ho faticato ad andare avanti, pur notando elementi decisamente romantici.


La storia è quella di Elizabeth Graham, una giovane e bellissima vedova inglese, che viene rapita dal Laird Johnnie Carre dopo che suo fratello, Robbie, è stato arrestato dal padre di lei. Siamo in un'epoca turbolenta dove la Scozia e l'Inghilterra sono state unite a forza di stragi e di sangue, ma la convivenza lungo il confine è quanto mai difficile.


Elizabeth sa di essere solo una pedina, in quanto donna, presa e consegnata in base a strategie che non considerano il suo cuore ed i suoi sentimenti. Ceduta giovanissima ad un uomo che poteva essere suo nonno, violento e terribile, ora che il marito le ha lasciato una grande eredità, la donna è decisa a combattere con le unghie e con i denti contro chi vorrebbe privarla di questa sua conquistata indipendenza.

Johnnie l'ha rapita solo per riscattare suo fratello e, pur sentendosi profondamente attratto ed essendo un uomo incline a cedere al piacere, cerca di tenersi lontano da lei, fino a poco prima dello scambio dove i due si concedono una notte di passione che lascia ad entrambi il ricordo piacevole di qualcosa di scelto autonomamente. Il destino però li riavvicina dopo un po' di tempo ed i due si amano pur sapendo che per loro non c'è futuro.

Elizabeth è la figlia del suo peggior nemico e Johnnie non è incline al matrimonio. Eppure dopo tre giorni passati insieme, il ricordo di lei diventa una spina nel suo cuore, pur non riuscendo a razionalizzare i suoi sentimenti, preso poi dai mille impegni politici. Intanto Elizabeth scopre di aspettare un bambino, una scoperta nuova e sorprendente, in quanto lei era convinta di non poter avere figli, dopo sette anni di matrimonio sterile. La notizia cambia tutti i suoi piani, anche perché i figli di suo marito vorrebbero costringerla a sposarsi con uno di loro, per mettere le mani sul patrimonio che il padre le ha lasciato.


Decisa a tutto pur di tutelare il futuro nascituro, consapevole di non poter chiedere niente a Johnnie, Elizabeth accetta il matrimonio con un suo vicino da sempre innamorato di lei e pronto ad accettare anche il figlio di un altro. Nel frattempo però Carre scopre delle nozze e del bambino e dopo mille esitazioni, prende la decisione che cambierà la sua vita per sempre.


L'amore tra i due protagonisti nasce pian piano e non è solo una vampata di attrazione fisica, pur essendo presente questa componente essenziale del racconto della Johnson, ma la decisione di Johnnie di sposare Elizabeth e di allontanarsi dallo stile di vita che lo caratterizzava in passato è ben sviluppata e ragionata e si riesce a seguire la logica dei due protagonisti, che sono ben tratteggiati.

Quello che pian piano ha sviluppato la mia noia è stato il trascinare certe situazioni, elementi simili a TABU' che avevo letto troppo di recente. Nel complesso comunque la storia non è male, e ho preferito il loro legame a quello di Andre e Teo. Johnnie e Elizabeth si innamorano veramente ed il loro è un legame che si consolida con il tempo. Cambiano le loro esistenze, fanno dei sacrifici e si adattano a cose nuove e questo sicuramente è un elemento positivo da considerare.


Ho trovato debole tutta la parte dei cattivi: il tentativo di coinvolgere Elizabeth in un processo di stregoneria che è abortito prima di iniziare; la denuncia del padre di Elizabeth contro Carre che ne fa un fuorilegge e che fino a quel momento sembrava un soldato pronto a combattere che poi invece cerca di fuggire dal paese. Interessante anche il fratello Robbie, anche se la sua storia con Roxanne sicuramente meritava un approfondimento che sicuramente la Carre deve averle dato in un altro volume.


Nel complesso la valutazione comunque non è completamente negativa.

LA SAGA DEI BEDWYN di MARY BALOGH


Mary Balogh è una delle penne più note del mondo romance, autrice di più di sessanta romanzi e serie molto note, insignita di prestigiosi premi tra cui Romantic Times Award. Pur avendo una preferenza  per protagonista "cadute", ovvero figlie illegittime, cortigiane, o donne perdute, una delle sue saghe più famose ruota intorno ad una famiglia di stirpe aristocratica, tra le più potenti ed eccentriche dell'Inghilterra dei primi dell'Ottocento, ovvero quella del Duca di Bewcastle e della sua arrogante famiglia Bedwyn.



Mentre Napoleone avanza in Europa come un flagello, seminando morte e distruzione, per poi essere sconfitto ed esiliato all'Elba, prima del suo ritorno trionfale e della sua caduta definitiva a Waterloo, la Balogh ci presenta i sei membri della potente famiglia Bedwyn. Tutti caratterizzati da un naso quanto mai importante, tranne la bellissima Morgan, da un carattere quanto mai orgoglioso e difficile, e da nomi sicuramente poco usuali, i protagonisti di questa saga, considerata uno dei capolavori della Balogh, hanno tutti un carattere diverso l'uno dall'altro e lottano per conquistare l'amore in maniera autonoma e anticonvenzionale, rifiutando a volte le scelte più facili.


A dominare su tutti loro è sicuramente  Wulfric Bedwyn, duca di Bewcastle, uomo distaccato e altezzoso che interviene però più volte a salvare i propri fratelli da scelte avventate, costringendoli a volte, contro il loro stesso orgoglio, a riconoscere il vero amore, una volta che arriva nella loro vita, fino a conquistarsi un amore tutto suo (il più improbabile) nell'ultimo libro che la Balogh gli regala.

L'intreccio che si ripete è quello del finto matrimonio o del finto fidanzamento che induce la coppia ad un confronto e alla conoscenza, per poi conquistarsi il proprio diritto alla felicità dopo turbolente vicende. Il giro di danze inizia con il serioso colonnello Aidan, il secondogenito, che poi lascerà il posto al seducente Ranulf, colpito dall'amore sulla strada verso la dimora della sua futura fidanzata.

Poi tocca a  Freyja Bedwyn, il maschiaccio di famiglia, una donna da carattere impossibile, ma dalla forte personalità che si lascerà sedurre dal più improbabile dei pretendenti. Poi l'amore busserà alle porte della piccola Morgan, il cucciolo di famiglia, portata sul continente e nel cuore delle guerre napoleoniche dove il nemico finirà per essere il suo alleato proprio quando la famiglia Bedwyn vive il lutto più grande.

E mentre gli aristocratici fratelli piangono la sua scomparsa, lord Alleyne Bedwyn si risveglia senza memoria nella camera di un bordello, dove trova a sua volta l'amore. Ma innegabilmente il fascino maggiore lo esercita Wulf, che credeva di poter programmare la sua vita in ogni sua piccola parte e si trova letteralmente travolto da un vero tornado di gioia ed esuberanza, senza la quale scoprirà non poter più vivere.

1 - UNA SPOSA A META' (Slightly Married (2003)





2 - INCIDENTE D'AMORE- Slightly Wicked (2003)




3 - UNA LADY SCANDALOSA  - Slightly Scandalous (2003)




4- LA TENTATRICE - Slightly Tempted (2004)




5 - INNAMORARSI DI UN LORD - Slightly Sinful (2004)




6 - IL DUCA DI GHIAGGIO - Slightly Dangerous (2004)




Prequel della saga, dove compaiono già alcuni dei personaggi, sono i seguenti romanzi:

0. 1 - INDIMENTICABILE - One Night for Love (1999)




0.2 - UN'ESTATE DA RICORDARE - A Summer to Remember (2002)



Serie Lieto Fine di Eloisa James


Tra le penne più note del Rosa sicuramente bisogna segnalare Eloisa James, nome d'arte di Mary Bly, figlia del poeta Robert Bly e della novellista Carol Bly. Autrice di numerosi Regency e romanzi di altri storici, a lei si deve la famosa serie LIETO FINE, ispirata alle favole più famose e facilmente fruibili anche in ordine sparso.



LIETO FINE infatti, pur essendo una serie, diversamente da altri romanzi del genere, non presenta una cronologia obbligatoria e si possono leggere senza iniziare dal primo, in quanto ognuno ha un suo sviluppo preciso, con un inizio ed una fine, senza personaggi che poi ritroveremo in altri racconti. L'unico elemento di unione tra un libro e l'altro è chiaramente l'ispirazione ad una delle favole della nostra infanzia, che hanno cominciato a raccontarci storie d'amore.


Di seguito vi lascio l'elenco "ufficiale" con il link alle recensioni di quelli letti.

1 - IL BACIO DI MEZZANOTTE (2012)





2- LA RESA DI PIERS (2013)




3- LA DUCHESSA PERFETTA (2013)



4- BEATA INGENUITA' (2014)



5 - LA FANCIULLA NELLA TORRE (2014)






sabato 24 settembre 2016

Accadde in autunno di Lisa Kleypas

Lillian Bowman, tra le quattro zitelle, è quella che si distingue per la vivacità del suo carattere e il poco rispetto per le regole, insieme alla sorella Daisy.


E' lei l'anima del gruppo. E' lei che sospinge e incoraggia ricordando il patto stretto tra loro quattro. Per chi non avesse ancora letto Segreti di una notte d'estate, sappiate che non tutte le zitelle si rassegnano a starsene sedute ai margini del salone da ballo, facendo tappezzeria, c'è anche chi, come Annabelle, Lillian, Evie e Daisy, prende di petto il destino e spintolo da parte, cerca di imporre la propria volontà.


Sì, perchè le quattro ragazze non hanno alcuna intenzione di restare zitelle e si sono accordate per aiutarsi a vicenza nella ricerca e la conquista di un marito.



Con Annabelle ha funzionato. A dire il vero, loro avevano puntato ad un'altro soggetto, ma si sa al cuore non si comanda e così alla fine l'ha spuntata Simon Hunt. Nelle sue vene non scorre sangue nobile, ma è molto ricco e soprattutto ama alla follia la loro amica e dunque, si può certo affermare che la strategia ha funzionato.


Ora, in ordine di età, è la volta di Lillian Bowman, americana in cerca di un titolo nobiliare. Sembra. però, che la sua natura ribelle e lo scarso rispetto per le regole non abbiano nessuna presa sugli aristocratici che la guardano con una certa sufficienza. Più di tutti, Lord Marcus Westcliff.
Disapprova tutto quello che fa, eppure non riesce a toglierle gli occhi di dosso e non è certo facile per Lillian evitarlo visto che è ospite, con la famiglia, proprio nella casa del Lord.
Stony Cross Park è bellissima e imponente, come si addice ad un nobile di antiche origini. E Lillian e Daisy vengono affidate proprio alla madre del Lord con l'intento di aggraziarsi le simpatie di qualche buona famiglia, disposta a guardarle senza pregiudizi.



Impresa non facile, perchè l'austerità della madre di Marcus nulla potrà sul carattere brioso e anticonformista delle due sorelle e anche se sembra impossibile, Lillian si accorge che l'unico uomo che non avrebbe mai immaginato al suo fianco, è sinceramente interessato a lei, anche se fa di tutto per nasconderlo.


A complicare le cose, in questa storia d'amore al peperoncino, arriva un personaggio delizioso, destinano ad avere un seguito nelle vite delle nostre zitelle. Si tratta di Sebastian St Vincent, debosciato e annoiato libertino in cerca di una unione economicamente vantagiosa. E Lillian sotto questo punto di vista è un'ottima preda, perché ha una consistente dote.


Peccato che nella suo tentativo di seduzione la donna si intrometta Westcliff, costringendolo ad accordarsi con la matriarca di famiglia, per rapire la giovane e sprovvedutata Lillian al fine di sposarla in segreto a Gretna Green, sottraendola di fatto all'incauto Lord, che è palesemente innamorato di lei.


La reazione della giovane non è certo quella di una fidanzata felice di convolare a nozze. Lillian non vuole restare zitella, ma non si immagina certo al fianco di quel tipo prepotente e bizzarro, che l'ha così spregiudicatamente rapita.


Ma per fortuna alle loro calcagna c'è  Lord Marcus Westcliff che dopo aver quasi ucciso la madre, quando ha scoperto che è stata lei a organizzare il rapimento insieme a St Vincent, si lancia all'inseguimento dei due, per impedire quelle nozze che lo separerebbero per sempre dalla sua Lillian.


Sì, Lillian è quanto più lontana ci sia da un'aristocratica di classe, ma a lui piace così come è e anche a noi, perchè nella vita del serio e noioso Marcus ci vuole una ventata di aria fresca, che gli vivacizzi l'esistenza e di sicuro con Lillian non avrà certo modo di annoiarsi.
Detto questo, non mi resta che consigliarvene la lettura. E' un romanzo delizioso, ricco di colpi di scena, con battibecchi esilaranti e un coinvolgimento fisico e mentale, tra i due protagonisti, che raggiunge temperature decisamente calde.
Personalmente, ho amato particolarmente questa storia, perchè mi piaceva molto il contrasto tra i due protagonisti, così diversi ed infine così simili. A sottolineare come l'amore pur essenzo irrazionale, sa dove mettere radici.
Assolutamente da non perdere, se non altro per conoscere il protagonista del terzo romanzo, che vi rapirà il cuore, come farà con la nostra timida e balbuziente Evangeline Jenner, la terza a dover trovare marito, prima di Daisy.